mercoledì 22 ottobre 2014

carpe diem

Non molto tempo per capire e fare le cose.
Il tempo che ci danno, quella cosa chiamata vita, 
dura troppo poco. E così bisogna che tutto accada molto in fretta. (Oriana Fallaci) 
  
 Il tempo che inesorabilmente scorre via, ci sfugge di mano...
 
le stagioni si rincorrono così velocemente che si ha quasi l'impressione che scappino via e noi dobbiamo trovare "il tempo" di fermarci ad osservarle per coglierne l'essenza, perchè ogni
 stagione ha la sua tavolozza di colori.
 Quella dell'autunno ha i toni caldi del giallo, dell'arancio, del rosso, colori che scaldano il cuore. 
Ma per catturare questi colori, abbiamo bisogno di fermarci a "guardarli".

E' vero, questa cosa chiamata "vita" a volte è troppo breve e noi siamo sempre indaffarati per fermarci a guardare... ma il tempo scorre e se non stiamo attenti lo perdiamo. Perdiamo i suoi colori, i suoi profumi, quello che ci regala.

Prendiamoci del tempo per vivere, per godere di quello che ci circonda, qui, ora e adesso.
  
Io stasera "mi godo" l'aria frizzante dell'autunno, un pò freddina... è vero, ma perfetta per riflettere su una giornata passata di corsa tra 1000 affanni.

Una serata che rispecchia il mio animo un pò malinconico, bisognoso di riflessione e tranquillità, che trova nel giallo oro della vellutata di "zucca": quello che si dice confort food, perchè riscalda il cuore e scioglie i pensieri!

 vellutata di zucca

ingredienti:

2 cucchiai di burro, 1 cipolla, 1 kg di zucca, 600 g di acqua

Far fondere dolcemente il burro, unire la cipolla tagliata e dopo qualche minuto aggiungere la zucca tagliata a quadrotti di 2 cm. Cuocere per una decina di minuti e versare l'acqua. Far cuocere per min. 30 minuti e comunque finchè la zucca risulterà tenera. Regolare di sale e pepe, passare al minipimer. Servire accompagnata da panna acida e da una spolverata di noce moscata.

carpe diem.. notte e baci da lizia!











Nessun commento:

Posta un commento