sabato 29 novembre 2014

La pasta choux

In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles.

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it
In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles.

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it
In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles.

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it
In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles.

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it
Cosa cè di più tradizionale di un classico bignè sulla tavola della domenica?
Una delle più classiche basi di pasticceria: un semplice involucro che può nascondere tante farciture.
In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles. La storia "La pate à choux", "pasta per bigné", è nata nel XVI° secolo. Nel 1540, un pasticcere Italiano, "Popellini," preparò due dolci chiamati Popelin. Erano confezionati con una pasta "essicata" che si chiamava "la pate à chaud"(pasta al caldo). Poi prese il nome di nome di "pate à choux" perché questa pasta aiutava a perfezionare i choux o " bigné".

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it

In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles. La storia "La pate à choux", "pasta per bigné", è nata nel XVI° secolo. Nel 1540, un pasticcere Italiano, "Popellini," preparò due dolci chiamati Popelin. Erano confezionati con una pasta "essicata" che si chiamava "la pate à chaud"(pasta al caldo). Poi prese il nome di nome di "pate à choux" perché questa pasta aiutava a perfezionare i choux o " bigné".

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it

In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles. La storia "La pate à choux", "pasta per bigné", è nata nel XVI° secolo. Nel 1540, un pasticcere Italiano, "Popellini," preparò due dolci chiamati Popelin. Erano confezionati con una pasta "essicata" che si chiamava "la pate à chaud"(pasta al caldo). Poi prese il nome di nome di "pate à choux" perché questa pasta aiutava a perfezionare i choux o " bigné".

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it
In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles. La storia "La pate à choux", "pasta per bigné", è nata nel XVI° secolo. Nel 1540, un pasticcere Italiano, "Popellini," preparò due dolci chiamati Popelin. Erano confezionati con una pasta "essicata" che si chiamava "la pate à chaud"(pasta al caldo). Poi prese il nome di nome di "pate à choux" perché questa pasta aiutava a perfezionare i choux o " bigné".

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it

In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles. La storia "La pate à choux", "pasta per bigné", è nata nel XVI° secolo. Nel 1540, un pasticcere Italiano, "Popellini," preparò due dolci chiamati Popelin. Erano confezionati con una pasta "essicata" che si chiamava "la pate à chaud"(pasta al caldo). Poi prese il nome di nome di "pate à choux" perché questa pasta aiutava a perfezionare i choux o " bigné".

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it
In francese il termine “choux” significa “cavoletto”. Infatti la forma dei bignè somiglia a quella dei cavoletti di Bruxelles. La storia "La pate à choux", "pasta per bigné", è nata nel XVI° secolo. Nel 1540, un pasticcere Italiano, "Popellini," preparò due dolci chiamati Popelin. Erano confezionati con una pasta "essicata" che si chiamava "la pate à chaud"(pasta al caldo). Poi prese il nome di nome di "pate à choux" perché questa pasta aiutava a perfezionare i choux o " bigné".

Tratto da: http://www.alimentipedia.it/pasta-choux-bigne.html
Copyright © Alimentipedia.it
La ricetta della pasta choux sembra che nacque durante il Rinascimento alla corte di Firenze, per essere poi esportata in Francia a metà Cinquecento dai cuochi al seguito di Caterina De Medici  andata in sposa al futuro re Enrico II di Valois; la paternità della preparazione viene attribuita al capo pasticcere  Penterelli, perfezionata dal suo successore Popelini.
Fu verso l'inizio del XIX sec. che la ricetta prese il nome di pasta choux, perfezionata con la farciture di crema pasticcera o crema chantilly dal celebre pasticcere Careme.
 
Una curiosità? In francese "choux" significa "cavoletto", proprio perchè il bignè somiglia a un piccolo cavoletto di Bruxelles.

la ricetta

ingredienti:

150 g di farina, 120 g di burro, 350 g di acqua, 5 uova, 
5 g di sale e 5 g di zucchero

Far fondere il burro in acqua dove avremo aggiunto sia il sale che lo zucchero, il liquido deve  eessere caldo senza giungere ad ebollizione. Versare in un solo colpo la farina e far asciugare, si deve creare una palla che si deve staccare dalle pareti del tegame. Mettere l'impasto in planetaria e cominciare a girare con la frusta k, aggiungere a filo le uova e lavorare per circa 1 min. fino ad ottenere un impasto liscio come una crema. Mettere l'impasto nella sac à poche e dressare le "bignoline". Infornare a 180° per 15 min. Quindi farcire a piacere.

 voi quale preferite?

baci Lizia





1 commento:

  1. grazie per aver partecipato al nostro contest, ti ho aggiunto, non rimane che mettere il nostro banner nella tua bacheca, ciao a presto

    RispondiElimina