venerdì 26 dicembre 2014

Brodo aromatico per Santo Stefano

Secondo Pellegrino Artusi il pranzo di Natale doveva essere composto da 6 portate e la prima doveva essere necessariamente una minestra in brodo e nell' apposita ricetta spiega " questa minestra per rendersi più grata al gusto richiede il brodo di cappone; di quell' animale che per sua bontà si offre nella solennità del Natale in olocausto agli uomini ". Nella socità attuale, invece, il brodo diviene protagonista del pranzo di Santo Stefano, per ristorare il corpo dopo gli sfarzi del banchetto di Natale.
Per un pranzo più tradizionale il brodo sarà accompagnato da dei tortellini di carne, per una portata più innovativa e meno scontata vi propongo unbrodo aromatico con pollo e spinaci, il cui profumo ci ricorda che il periodo natalizio non è ancora teminato !


Brodo aromatico 
 500 ml di brodo vegetale, anice stellato, 1 cucchiaio di zucchero di canna, zenzero, 400 g di petto di pollo, 1 kg di spinaci, 1 cipolla, olio evo, salsa di soia, germogli di soia

Caramellare la cipolla nell' olio insieme allo zucchero. Unire il petto di pollo tagliato a striscioline, aromatizzare con la salsa di soia e aggiungere il brodo. Profumare con l' anice stellato e lo zenzero, cuocere per 15 min. Poco prima della fine della cottura unire gli spinaci. Servire con un filo d' olio e i germogli di soia.

Felice Santo Stefano
baci Eleonora

Nessun commento:

Posta un commento