venerdì 26 febbraio 2016

Torta di mele -venerdì film-


Quanto di noi si svela intorno a un tavolo!
Scrittori e registi ambientano molte scene a tavola, amori, tradimenti, segreti... vengono svelati proprio mentre siamo a tavola, luogo di convivio e di incontro. Ma che succede se a tavola nascono scontri? E può un innocente torta di mele essere la protagonista delle scuse?
Scopriamolo insieme a Francesca...

Roman Polanski  sceglie per "Carnage" un cast d'eccezione in cui figurano quattro dei più rilevanti attori a livello cinematografico che hanno il privilegio di contare, sommate, ben 14 nomination agli Oscar. Ambientato (quasi) interamente in un appartamento a New York in un'epoca definita da Blackberry e dispense piene di lattine di coca cola, il film si articola su una vicenda comune e a tratti banale. Comuni e banali, d'altro conto, sono i personaggi. Da una parte ci sono i Lonkstreet: un commerciante e una scrittrice, dalla parte opposta i Cowan: un avvocato e una bancaria. Personaggi che non avrebbero nulla a che fare gli uni con gli altri se non per uno spiacevole episodio che per forza di cose li farà incontrare, o meglio, scontrare. Tra cordialità di circostanza e formali cortesie, pian piano capiamo sempre più a riguardo delle due famiglie: i cosiddetti "panni sporchi si lavano in casa" vengono esposti alla mercè degli estranei e le crepe matrimoniali si fanno profonde sfociando in una vera e propria "Carnage" che non consente vie di fuga.
Polanski sviluppa in un'ora e venti di film nella stessa ambientazione riuscendo a non annoiare, anzi, a divertire il pubblico, le interpretazioni sono brillanti e teatrali e il retrogusto europeo che caratterizza le opere del regista, qui è volutamente velato per lasciare spazio ad un'ambientazione esplicitamente americana, approssimativa ed eccelsa.
Emblematica è la scena della torta di mele e pere che fatta dalla signora Longstreet e offerta agli ospiti, al momento ancora rispettosi, è ciò che nelle fiabe verrebbe indicato come oggetto magico che aiuta il protagonista a sconfiggere l'antagonista. Per intenderci, è l'espediente che aiuta i personaggi a rivelarsi e a perdere il controllo sulla situazione che finirà in una vera e propria guerra sociale irreparabile. (Francesca Conserva)

TITOLO DELLA RICETTA: Crostata di mele
per la pasta frolla: 300 g di farina 00, 150 g di burro morbido, 1 uovo, 2 tuorli, 50 g di zucchero di canna integrale, scorza di limone ( io ho usato polvere di limone essiccata), 1 pizzico di sale, cannella a piacere
1 mela tagliate sottili, io uso il pelapatate
per la copertura: 2 uova, 125 g di yogurt naturale, 1 cucchiaio di farina 00, 1 cucchiaio di zucchero




PROCEDIMENTO
Impastare la frolla e far riposare 30 min. Stenderla e rivestire una teglia del diametro di 18 c. precedentemente imburrata. Disporre sulla frolla la fettine di mela e coprire con il composto ottenuto miscelando insieme lo yogurt, lo zucchero e la farina alle uova. A piacere si può aromatizzare anche la copertura con una spolverata di cannella. Infornare a 160°C per 40 min.




CITAZIONE DEL FILM - Mele e pere è un classico, ma cè un segreto: bisogna tagliere le mele più grosse delle pere, perchè cuociono prima. (Signora Longstreet)
- Non le sta dicendo il vero segreto! ( Signor Longstreet)

Nessun commento:

Posta un commento