mercoledì 21 dicembre 2016

Doni di Natale

L'inverno è il tempo del conforto, del buon cibo, del tocco di una mano amica e di una chiacchierata davanti al fuoco: è il tempo della casa! (Edith Sitwell)

E da oggi possiamo dare ufficialmente il benvenuto all'inverno e al tempo dell'attesa, degli abbracci sotto il plaid, delle cioccolate calde... al tempo del freddo, ma quando fuori fa freddo la casa si scalda. 
Oggi sarà il giorno più corto dell'anno, si, perchè "solstizio" indica la fermata del sole, una pausa nel suo cammino e se oggi pare precipitare nel buio, da domani tornerà a mostrarsi vitale facendo aumentare piano piano la sua luce.
Questa la "magia dell'inverno"... darci una pausa per poi tornare ad agire... ad amare.


La semplicità dell'inverno ci riporta alle abitudini vere, agli affetti, allo stare insieme, specialmente in questi giorni che anticipano il Natale e dove le nostre case sono addobbate a festa, pronte ad accogliere amici e parenti.
A prescindere dal valore che ciascuno di noi attribuisce a questa festa, il Natale ci regala giorni di ritrovata serenità, di calore per godere dell'amore di chi ci circonda.
Questi sono i giorni dell'attesa.. ciascuno di noi avrà espresso il proprio desiderio, avrà scritto a "Babbo Natale" la sua speciale lettera e noi vi proponiamo una specialissima lettera che vogliamo condividere con Voi. L'ha scritta una mia carissima amica Utilia Di Leone e racchiude tante emozioni.
Questi sono anche i giorni perfetti  per dedicarsi alla preparazione di qualcosa che amiamo per chi amiamo e noi siamo all'opera per preparare i nostri speciali doni con delle coccole golose... ma non solo! Quest'anno sotto il nostro albero tanti doni homemade per sederci sempre A tavola con amore!


DOLCETTI AL COCCO In una ciotola mettere 300 g di cocco rapè e mescolare a 370 g di latte condensato, mescolare per avere un composto omogeneo e fare delle palline da posizionare nei pirottini. Infornare per 10 minuti a 170°C



CIOCCOLATINI TIRAMISU' 250 g di savoiardi, 150 g di mascarpone, 80 g di zucchero di canna grezzo, 2 tuorli, 4 cucchiai di acqua, 4 cucchiai di caffè espresso, 4 cucchiai di cacao amaro, cioccolato fondente fuso per la copertura

Per un'ottima base è necessario pastorizzare le uova, facendo bollire lo zucchero nell'acqua e poi versandolo a filo sui tuorli, montare fino a raffreddamento. Aggiungere il mascarpone, il caffè e il cacao, mescolare per ottenere un composto omogeneo e far riposare in frigo, quindi posizionare il composto negli appositi stampi in silicone per cioccolatini e mettere in congelatore.
Quando ben freddi estrarre i cioccolatini dallo stampo e glassare.



DELIZIE ALLE CAROTE300 g di carote, 140 g di burro, 120 g di zucchero di canna, 1 uovo, 150 g di farina auto-lievitante, scorza d'arancia

Lessare le carote, frullarle e metterle da parte.
Nel frattempo montare lo zucchero con il burro a crema, aggiungere l'uovo e la farina. Aromatizzare con la scorza d'arancia e quando si è raffreddata unire la purea di carote.
Mettere il composto in una sac à poche e dressare i biscottini in un pirottino, a piacere decorare con una ciliegina e infornare a 180°C per 20 minuti.


PRETZEL 2 cucchiai di lievito di birra secco, 300 ml di acqua, , 500 g di farina 00, 1 cucchiaino di sale
per la glassa: 1 uovo e 1 cucchiaio di acqua
semi di papavero, sale grosso

Stemperare il lievito in 100 ml di acqua, aspettare 5 minuti.
Mettere la farina a fontana in una ciotola, salare, aggiungere al centro il lievito sciolto e con un cucchiaio di legno incorporare piano piano la farina e l'acqua per ottenere un impasto apiccicoso, trasferire sulla spianatoia e impastare fino a che diventa bello sodo, liscio ed elastico. Far lievitare finchè raddoppia di volume, quindi sgonfiare l'impasto, lasciarlo riposare 10 minuti e dividerlo in otto pezzi dando a ciascuna una forma ovale che poi andrà lavorata per ottenere una striscia di 40 cm e spessa 2,5 cm.
Dare la caratteristica forma e posizionare in una placca infarinata, quando raddoppiano il loro volume spennellare con la glassa, cospargere con i semi e il sale e infornare a 220°C per 15-20 minuti.


LETTERINA A BABBO NATALE di UTILIA DI LEONE
CARO BABBO NATALE
ti sembrerà strano ricevere la lettera di una nonna, tra quelle di milioni di bambini che ti scrivono:
"Quest'anno, per Natale,vorrei..."
Tuttavia per un attimo fermati ad ascoltare anche i miei desideri che, come i giochi dei bambini, sono sempre tanti, troppi, per stare tutti in una letterina...
Regalami, Babbo Natale, il sorriso delle mie nipotine quando sono stanca e donami i loro abbracci, i loro baci furtivi che sanno illuminare le giornate più tristi, allontanando ansie e preoccupazioni...
Portami, Babbo Natale, una sorta di energia per vincere la pigrizia quando vogliono che le porti a spasso, quando mi chiedono di leggere una storia o quando mi implorano di sedermi a terra per inventare giochi sempre nuovi, sempre diversi...
Poi, in un sacco a parte, possibilmente grande, vorrei che mi portassi tanta pazienza con un pò di coerenza e determinazione per farne buon uso quando cedo, senza ritegno, ai loro adorabili capricci.
Regalami la capacità di saperle ascoltare e di rispondere ai loro "perchè" senza mai far svanire la loro voglia di chiedere e di imparare. E, infine, non puoi farmi mancare la possibilità, insieme ai miei figli, di vederle diventare grandi e magari anche felici...
Ma ora dammi la serenità di ritrovare i miei cari riuniti intorno a una tavola imbandita di tutte quelle cose buone che sono le emozioni...
Caro Babbo Natale, forse ti ho chiesto troppo, o forse no,
se ci pensi bene, riesci a mettere tutto nel tuo sacco racchiudendolo in una cosa sola:
l' Amore della mia famiglia!
Grazie di cuore, nonna Utilia

1 commento: