Maison Lizia
dolomiti lucane
Diario di viaggio,  Travel

Basilicata: weekend sulle Dolomiti Lucane

Da Castelmezzano a Pietrapertosa, un weekend in Basilicata per andare alla scoperta delle Dolomiti Lucane.

Attraversare la Basilicata tra curve e tornanti, tra boschi e steppe è un viaggio che consiglio agli amanti delle due ruote per scoprire questa regione ricca di pendici, gravine e di paesi costruiti su dirupi che alla sera sembrano presepi.

Un viaggio lento per essere a contatto con la natura.

Per lasciarsi sorprendere dai panorami mozzafiato, per concedersi pause di gusto e assaporare la cucina di una terra incontaminata e ricca di tradizioni.

Un viaggio da assaporare a 360°.

Un viaggio nel cuore della Basilicata

Nel cuore della Basilicata, nel Parco Gallipoli Cognato sorgono le Dolomiti Lucane.

Vere e proprie cattedrali d’arenaria sorte quindici milioni di anni fa nelle ultime fasi tettoniche del Miocene.

Cattedrali scolpite dal tempo e dalla natura che disegnano il territorio lucano con le loro gole profonde, gli strapiombi e che con le loro guglie come se fossero totem disegnati dal tempo e dalla natura.

Totem che con le loro forme, a volte arcigne e a volte rassicuranti, gli abitanti del luogo hanno battezzato Aquila reale, Incudine, Grande Madre, Martello, Corvo, Leone.

La bellezza delle Dolomiti Lucane con le loro vette alte e aguzze è esaltata da una lussureggiante vegetazione e dai molti corsi d’acqua che le attraversano.

Attraversare questa terra “pennellata da curve” è davvero molto suggestivo.

Il paesaggio ti affascina perchè a tratti è aspro e a tratti morbido e accogliente.

Così, come a tratti le strade diventano poco battute e il viaggio si trasforma quasi in un percorrere le strade in solitaria. Difficile incontrare altri viaggiatori, solo qualche abitante del luogo…
…bhe, noi siamo stati affiancati da qualche capretta al pascolo e da qualche gallina che razzolava felice!

A caratterizzare il territorio sono anche i due paesi, inseriti nei Borghi più belli d’Italia: Castelmezzano e Pietrapertosa.

Due borghi, arroccati sulle pendici opposte delle Dolomiti Lucane, separati da una profonda gola dolomitica e uniti dal Volo dell’Angelo.

Castelmezzano appare come un piccolo presepe su più livelli, scavato nella roccia.
Con le sue stradine, piazzette e gradinate rappresenta il tipico borgo medievale fortificato che si può apprezzare in tutta la sua bellazza dal belvedere in Piazza Emilio Caizzo.
Qui, si gode anche del suggestivo panorama delle Dolomiti Lucane.

Dolomiti-lucane

Pietrapertosa con i suoi 1088 metri di altitudine è il paese più alto della Basilicata, nasce nell’alta valle del Basento alle spalle delle Dolomiti Lucane.
L’antica torre aggrappata fra le cuspidi rocciose, strade strette, vicoli ciechi, gradini scavati nella roccia, case disposte a file dall’alto verso il basso che si fondono e adattano alla roccia diventandone parte integrante caratterizzano il borgo.

Dove dormire

Per il nostro weekend sulle Dolomiti Lucane abbiamo scelto di soggiornare all’agriturismo La Dimora dei Cavalieri

L’agriturismo si erge su uno sprone che domina il tratturo che lento giunge ai siti archeologici di Serra e Rossano di Vaglio Basilicata.
Su queste vie si racconta che vi solevano sostare i cavalieri Utiani ed i pellegrini che avevano a meta il Tempio della Dea Mefitis. Qui, godevano del fresco dei querceti, spegnendo la sete alle numerose ed abbondanti sorgenti per poi riprendere il cammino.

Oggi come allora abbiamo goduto della frescura, abbiamo passeggiato nel bosco adiagente, abbiamo colto qualche fungo e qualche castagna.

Come promesso La Dimora dei Cavalieri offre “all’ospite, come ai viandanti di un tempo, una cucina tradizionale, ricca di prodotti tipici, una cordiale accoglienza, uno svago adeguato ed un riposo esclusivo in una cornice ambientale unica.

Cosa mangiare

L’agriturismo La Dimora dei Cavalieri a conduzione familiare, offre ai turisti i prodotti del proprio orto, i prodotti tipici e piatti della tradizione lucana sapientemente elaborati.

Taglieri di salumi e caciocavallo, fave e cicorie, peperoni cruschi, baccalà alla lucana, pasta in casa, saranno i protagonisti della tavola.

10 cose da fare in un fine settimana

  1. Scoprire l’antico borgo di Vaglio
  2. Passeggiare per le vie di Castelmezzano
  3. Scoprire Pietrapertosa
  4. Fare il volo dell’angelo: volare a 600 metri di altezza sulla gola dolomitica, imbracati in tutta sicurezza e agganciati ad un cavo d’acciaio che collega le vette dei due paesi su due linee differenti, quindi effettuare il Volo dell’Angelo significa fare due voli, andata e ritorno a seconda del paese scelto come stazione di partenza
  5. Rilassarsi all’agriturismo La Dimora dei Cavalieri
  6. Passeggiare per i boschi e se è periodo cogliere i funghi, le castagne o le more
  7. Andare da Vaglio a visitare la vicina Pietragalla
  8. Immergersi nella storia di Federico II al Castello di Lagopesole
  9. Scendendo da Pietrapertosa si può raggiungere il bosco di Montepiano ad Accettura, una delle cerrete più belle della Basilicata
  10. Ammirare gli esemplari di rapaci come il nibbio reale, il gheppio, il falco pellegrino e la rara cicogna nera che nidificano negli anfratti delle Piccole Dolomiti
#Italiablogtour è un progetto di Maison Lizia per scoprire la nostra penisola on the road  tra borghi, valli e vette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *