Maison Lizia
Ricette,  Ricette dolci

Pensieri di pasta frolla

La cucina è una bricconcella, spesso e volentieri fa disperare, ma dà anche piacere, perchè quelle volte che riuscite o avete superato una difficoltà, provate compiacimento e cantate vittoria.

(Pellegrino Artusi)

Certo Pellegrino Artusi, noto gastronomo e padre della cucina italiana, in cucina non c’era mai, a lui l’onore di aver raccolto e scritto le ricette, ma chi era in cucina era la fida Marietta, che smanettava fra pentole e fornelli per cuocere le varie pietanze che ben conosciamo grazie alla celebre opera “la scienza in cucina: l’arte di mangiar bene“.

Ma certo da buon intenditore aveva ragione… la cucina è bricconcella, ma anche consolaroria, fonte di piacere e allegria.
In fondo cucinare è il piacere di prendersi cura dei propri cari, è un atto d’amore che a volte diamo per scontato, ma preparare ogni piatto richiede tempo, attenzione alla scelta degli ingredienti, alle cotture, ai sapori, alla presentazione.
 Molto spesso però cucinare è una fonte liberatoria di piacere per noi stessi, una sorta di soddifazione nel dire: “l’ho fatto io!”
La soddisfazione di mettere le mani in pasta, di sciogliere le tensione impastando il pane, di inebriarsi con il profumo del cioccolato, di compiere magie fondendo gli ingredienti dando vita a piatti che parlano di noi.
La mia cucina per me è come un rifugio, il rifugio dei miei pensieri, delle mie emozioni che si sciolgono a contatto con il burro e la farina, pensieri di “pasta frolla” che vengono prima sabbiati, plasmati velocemente sotto le dita per diventare poi morbido impasto che darà vita alla mia torta, che una volta infornata  riempirà il mio rifugio di burro… sarà allora che i miei pensieri saranno completamente sbriciolati.

Torta sciogli pensieri

ingredienti:300 g di farina 00, 150 g di zucchero, 1 uovo, 100 g di burro

lavorare tutto insieme per ottenere delle briciole, con metà di esse ricoprire il fondo di una tortiera precedentemente imburrato. Quindi preparare il ripieno lavorando:

700 g di ricotta, gocce di cioccolato fondente q.b., 100 g di zucchero, 3 uova

coprire le briciole uniformente con la farcia e… far scendere altre briciole.
Cuocere a 160°C per 2o min.
Quando fredda cospargere di zucchero a velo.

Il sapore del dolce che si spande nell’aria donando sicurezza e conforto…
oggi sulle note di Vasco Rossi “Come Vorrei… che fosse possibile…”
baci Lizia

 “Con questa ricetta partecipo a Cucina che ti passa – Il Contest

Immagine
http://blog.giallozafferano.it/cucinachetipassaoriginal/cucina-ti-passa-contest/

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *