Maison Lizia
In cucina con Pastaio Maffei,  In cucina con....,  Ricette,  Ricette salate

Pranzo di Pasqua tra tradizione e innovazione

I primi giorni di primavera sono il periodo dei piccoli asparagi verdi che timidi spuntano ai margini delle strade o fra una pietra e l’altra qui, sulla nostra Murgia pugliese.

Crescono fra piccole corolle di fiori e profumate erbe aromatiche come il timo e l’origano, profumi e colori  di delicata bellezza e infinitamente fragili, proprio come questi giorni di aria frizzantina e timido sole.

Questi sono anche i giorni che ci conducono alla Pasqua, giorno di rinascita, del trionfo della luce, della vita sulla morte. E’ il giorno per antonomasia carico di simboli e riti.

Anche noi a Maison Lizia abbiamo i nostri riti che ogni anno rispettiamo, come le candele accese, i rametti di ulivo per la benedizione della tavola, le uova colorate, di cioccolato, sode…

La nostra cucina si fonda su tradizioni e piatti a cui restiamo fedeli e uno di questi è senza dubbio il Benedetto pugliese, ogni anno lo portiamo in tavola in maniera diversa: in un unico piatto, servito monoporzione,  a buffet prima di cominciare il pranzo vero e proprio.

Anche quest’anno non ci siamo smentite e la nostra proposta di Benedetto pugliese è servita al bicchiere.

Gli ingredienti non cambiano: capocollo di Martina Franca, uova sode, ricotta, arancia e pane tostato. Decidete voi quale proposta preferite in tavola, se quella più classica o quella rivisitata.

Vi lascio il link per gli ingredienti e per approfondire la sua storia https://maisonlizia.com/benedetto-pugliese/

Il primo piatto del menù pasquale di Maison Lizia?

Quest’anno portiamo in tavola un piatto colorato, con il tenue verde della primavera, punteggiata da tenere corolle e foglioline di erbe aromatiche. Un prato che accoglie un nido di tagliatelle trafilate al bronzo Pastaio Maffei.

Un piatto sinonimo di fantasia e diversità, perchè anche in un giorno di festa la tradizione deve incontrare l’innovazione.

Print Recipe
Nidi Croccanti di Pasqua
Un primo piatto dedicato a un giorno di festa, dedicato a un giorno di primavera, di gioia e di rinascita.
Tempo di preparazione 40 minuti
Porzioni
4 persone
Tempo di preparazione 40 minuti
Porzioni
4 persone
Istruzioni
  1. Far rosolare in una padella con l'olio evo lo scalogno, aggiungere gli asparagi e i piselli e cuocere per 20 minuti. Gustare di sale, aggiungere la crema di latte e i pistilli di zafferano fatti rinvenire in 2 cucchiai di acqua calda e frullare. Tagliare a dadini i datterini e lasciarli marinare in olio evo con il timo e l'origano fresco.
  2. Nel frattempo lessare le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolare, creare dei nidi aiutandosi con un mestolo e adagiarli in una teglia dove si sarà fatto sciogliere del burro. Coprire e cuocere per 10 minuti, finchè non si sarà creata una deliziosa crosticina.
  3. Mettere un mestolo di vellutata in ogni piatto e far scivolare delicatamente al centro ogni nido. Decorare con un cucchiaio di datterini marinati e con qualche fogliolina di timo e origano.
Condividi questa Ricetta
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *