Maison Lizia
tè
Le ricette della salute,  Ricette

Benessere da bere con una tazza di tè

Da oltre 5000 anni il tè non è solo una bevanda, ma è una filosofia di vita: chi beve con calma una tazza di tè ritrova serenità e benessere.

Il piacere di bere una tazza di tè durante la giornata aiuta a tenere il ritmo, aumenta la memorie e come scrive un  medico dell’Antica Cina: “Una tazza di tè ben infusa esala un profumo che invade il naso. Questo profumo può guarire, togliere la fatica e attivare il pensiero.

La leggenda del tè

La pianta del tè ha origine sulle montagne del sud este della Cina, nel corso dei secoli è giunto fino a noi attraversando epoche e culture diverse, secondo un’antica leggenda si deve all’imperatore Chen Nung la sua scoperta.

L’imperatore conosciuto come il “padre della moderna agricoltura” era solito passare molto tempo in viaggio, sia per visitare i suoi sudditi che per studiare le varie specie botaniche, si racconta che fosse anche molto rigido nelle sue pratiche igieniche, pertanto beveva solo acqua calda.

Un pomeriggio, mentre riposava all’ombra di una pianta, alcune foglie si staccarono dall’albero e caddero nella tazza di acqua calda dell’imperatore. L’imperatore curioso assaggio l’infuso così ottenuto e si senti subito pervaso da un senso di benessere.

Da quel giorno Chen Nung non volle che dissetarsi che con questo infuso che donava una sensazione appagante e rigenerante per il corpo e lo spirito.
Decise quindi di piantare questa pianta in tutto il suo impero.

Le diverse varietà di tè

Nel mondo vengono prodotte 10.000 varietà di tè, per molti anni si è pensato che ad ogni tipo di tè corrispondesse una pianta diversa, in  realtà, tutte discendono da poche varietà di arbusti sempreverdi appartenenti al genere Camelia Sinesis, di origine cinese o di Camelia Assamica di origine indiana.
La prima ha foglioline piuttosto delicate e piccole, con un colore verde brillante, usate per produrre il tè bianco e i tè aromatici, dai sentori freschi e primaverili, dal gusto dolce e fruttato.
La seconda invece, ha foglie più coriacee con un colore verde cupo, per questo regala tè robusti e dalle note calde e legnose.

tè

Le varietà più conosciute e usate da noi in “Occidente”

  • Darjeeling, dall’aroma delicata, cresce nelle zone meridionali dei monti dell’Himalaja
  • Assam, dal gusto fortemente speziato, proviene dal nord est dell’India
  • Ceylon, dal colore dorato e dal sapore aspro, originario dello Sri Lanka
  • La famiglia dei tè Oolong, originaria della provincia cinese del Fujian, con sentori floreali e fruttati
  • Earl Grey, il primo tè melange della storia, arricchito con spezie, scorze d’agrumi, diversi tipi di foglie di tè

Tè bianco, nero, verde

Per quanto riguarda la differenza tra un tè bianco, verde o nero, dipende sia da come viene eseguita la raccolta che dal processo di lavorazione a cui sono sottoposte le foglie.

Dopo la raccolta, le foglie vengono tostate o trattate con vapore acqueo per ottenere un tè verde.
Questo permette di eliminare gli enzimi responsabili del colore marroncino e delle fermentazione delle foglie come nelle varietà del tè nero.
Infatti, per ottenere il tè nero le foglioline vengono messe ad essiccare su appositi vassoi e si lasciano fermentare, questo dà il colore scuro alla foglia.

Più è lungo il tempo di fermentazione delle foglioline e più è alta la percentuale di teina presente.

Precoce invece la raccolta delle foglioline per ottenere il prezioso tè bianco, il cui processo di fermentazione delle giovani gemme avviene in maniera assolutamente naturale.

I benefici del tè

Panacea ed elisir di lunga vita, i benefici derivano essenzialmente dai flavonoidi: catechine e teflanine.

Il loro potente effetto antiossidante ci sostiene nella lotta contro i dannosi radicali liberi prodotti dallo smo, dallo stress, dalle allergie.

I composti di catechina producono un’azione regolatrice sull’organismo: antispastici, antivirali, riducono la glicemia ed i grassi, proteggono il fegato ed anche i denti dall’attacco dei batteri. Inoltre, il tè ci protegge da numerose malattie del tratto intestinale, ha un alto potere drenante dovuto agli alcaloidi e alle quercitine che non solo favoriscono l’abbassamento della temperatura corporea in giornate particolarmente calde, ma aiutano l’espulsione dell’acido lattico dal corpo, permettendo una più facile ripresa dopo aver svolto un’intensa attività fisica o dopo una giornata di duro lavoro.

Il tè è una fonte preziosa di Vitamina A, B1,B2 e D, oltre che di Sali minerali come calcio, selenio, fluoro e rame.

Equilibria la carenza di Vitamina C dovuta al fumo sia attivo che passivo. Molto apprezzato nel sorseggiare una tazza è l’effetto tonificante e rigenerante.

Consigli per preparare una buona tazza di tè

  • L’acqua deve essere dolce, meglio evitare quella di rubinetto perché più ricca di cloro. Usando quest’acqua si formerà nella tazza una pellicola scura che, oltre a essere fastidiosa, renderà piatto il sapore dell’infuso.
  • L’acqua deve essere calda, ma non bollente, la temperatura compresa tra i 70°C e i 90°C dipende dal tipo di varietà usato. Un’acqua giunta a ebollizione brucia le foglioline del tè, rendendo il sapore dell’infuso particolarmente amaro.
  • Per ogni tazza di tè è sufficiente 150 ml di acqua e 2/3 g di tè. Se invece prepariamo il tè in teiera è da considerare che per ogni 600 ml di acqua corrispondono 8/12 g di foglie di tè.
  • Il tempo di infusione varia a secondo del tè usato
  • Per un tè più deciso non si aumenta il tempo di infusione ma la quantità di foglioline
  • Le foglioline più hanno un taglio piccolo (bustine) e più velocemente liberano la teina rispetto a foglie con un taglio più grande.

Temperature e tempi di infusione per alcuni tipi di tè

  • Te neri in foglia: Assam, Ceylon, Kenia: acqua a 95°C, infusione per 5 minuti
  • Te neri in foglia: Darjeeling: acqua a 90°C, infusione per 4 minuti
  • Te rossi o Ololong: acqua a 85°C, infusione per 5/6 minuti
  • Te verde: acqua a 80°C, infusione per 3 minuti
  • Te bianco: acqua a 70°C, infusione per 7/10 minuti

Riassumento, il tè è:

  • Una bevanda naturale
  • Non ha calorie
  • Migliora l’attività cardiovascolare
  • Abbassa il colesterolo
  • Rinforza lo smalto dei denti
  • Migliora l’attività fisica
  • Tonificante e rigenerante

Le ricette

Tè nero allo zenzero
Perfetto a metà pomeriggio per un intervallo gradevole con cui ritrovare la concentrazione

Ingredienti:
1,5 lt di acqua, 125 g di radice di zenzero fresco, 30 g di tè nero in foglie tipo Assam, 200 g di zucchero di canna

Sbucciare la radice di zenzero e grattugiarla finemente, metterla a macerare in una caraffa con le foglioline di tè, lo zucchero e l’acqua portata a 95°C. Per apprezzare il gusto dello zenzero si consiglia di lasciare la bevanda in infusione per un paio d’ore, quindi filtrare e servire.

tè 1

Tè verde alla menta
Il tè verde è una bevanda ricca di acqua, minerali, polifenoli, Vitamina C, ed E. Grazie all’alta percentuale di polifenoli ha proprietà antiossidanti. Una tazza bevuta al mattino combatte i radicali liberi e inibidisce l’assorbimento del colesterolo.

Ingredienti:
1 lt di acqua, 120 g di foglioline di menta, 30 g di tè verde, 2 cucchiai di miele millefiori

Mettere tutti gli ingredienti in infusione per 5 minuti. Colare e servire caldo o freddo.

tè 3

Curiosità

  • Le foglioline già usate in infusione sono ideali come assorbi odori in frigo o come concime per le piante
  • In Marocco il tè verde alla menta sottolinea l’amicizia, rinforza i legami fraterni e celebra importanti momenti della vita familiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *