Maison Lizia
Le ricette raccontate,  Ricette,  Ricette salate

Gazpacho al pomodoro rosso pomodoro

Il gazpacho “Rosso passione” inaugura la rubrica del Le ricette raccontate.
Storie, pensieri, ricordi, riflessioni legate al cibo, perchè “il mangiare e molto più del mangiare”

L’aria si rinfresca, un refolo di vento scompiglia i capelli in queste sere d’estate che vanno ancora festeggiate.

In queste sere in cui si ha voglia di sedurre e di essere sedotti.

La seduzione e la passione passano anche dalla tavola in una cena a due, dove non servono parole, ma basta il silenzio, i sorrisi abbozzati, gli sguardi che si incrociano, le mani che si sfiorano.

Per cominciare il gioco della seduzione a tavola ci vuole un antipasto, preludio del menù, preludio d’amore.

Quell’amore che fa sbandare, sognare, sospirare, che fa aumentare i battiti cardiaci e  che fa prendere forma, colore e sapore alla nostra vita.

Quell’amore tanto bello da sembrare un’illusione… un gioco di magia.

A me questo gioco piace portarlo anche a tavola, giocando con le forme e i sapori, servendo dei “bocconcini a buffet”, accompagnati da un calice di briose bollicine:  servono a rompere il ghiaccio e scaldare l’atmosfera che, nel caso dovesse diventare bollente sostituiscono la cena!

Ma perché tutto sia perfetto mi piace giocare con la scenografia e l’allestimento.

Candele accese, cestello per il ghiaccio delle bollicine, calici da martini per il gazpacho rosso passione, uno specchio con corolle di fiori freschi per adagiare delle deliziose tartine.

La ricetta del gazpacho

Ingredienti:

  • 250 g pomodori pelati
  • 10 g cipolla rossa
  • 125 g cetriolini
  • 125 g peperoni rossi
  • 10 g mandorle
  • 25 g mollica di pane
  • 70 g maionese
  • 50 g brodo vegetale
  • 25 g aceto di mele
  • sale
  • pepe
  • paprika dolce

Tagliate a pezzetti i pomodori, i cetriolini, i peperoni, la cipolla e frullare il tutto insieme alle mandorle e alla mollica di pane.
Aggiungete il brodo, la maionese e l’aceto ed emulsionate per ottenere un composto omogeneo, regolate di sale, passate al colino per avere una crema liscia e servite in calici da martini spolverizzati con la paprika.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *