Maison Lizia
Lievitati,  Ricette

Panzerotti fritti pugliesi

Panzerotti fritti: per la rubrica del mese #creaconstuffer

Dite la verità, se dico panzerotti cosa vi viene in mente?

Una bella pasta lievitata, farcita e chiusa a mezzaluna, che tuffata in olio diventa dorata come se fossero baciati della sole della Puglia.

Puglia.
Si, questa è una specialità gastronomica tutta pugliese, la tradizione dice che siano nati a Bari, di sicuro risalgono alla tradizione contadina.
Pochi semplici ingredienti per la pasta: farina, acqua e lievito per l’impasto, in origine era la semplice “massa per il pane” che le massaie pugliesi farcivano con pomodoro e mozzarella e che tuffata in olio extravergine d’oliva, diventava e diventa ancor oggi poesia per il palato (se state attenti a non ustionarvi con il ripieno!).

Panzerotti per noi pugliesi è anche sinonimo di street food, di festa, di rimpatriate tra gli amici.

Oggi, vi lascio sia la ricetta classica, quella per ottenere un impasto soffice e leggero che la versione veloce, quella preparata con la pasta per fritti Stuffer perchè quando la voglia di panzerotti chiama non si può far altro che srotolare la pasta pronta, copparla, farcirla e tuffarla in olio.

La ricetta: panzerotti fritti alla pugliese

Difficoltà: facile
Tempo: 20 minuti di preparazione + il tempo di lievitazione + 20 minuti di cottura

Ingredienti:

  • farina 0 250 g
  • farina manitoba 250 g
  • latte 200 ml
  • acqua 200 ml
  • lievito di birra disidratato 3 g
  • olio E.V.O. 20 g
  • sale 10 g
  • zucchero 5 g

oppure pasta per fritti Stuffer

Per il ripieno:

  • polpa di pomodoro 250 g
  • mozzarella sgocciolata 300 g
  • sale
  • origano
  • pepe (facoltativo)

Olio di semi per friggere 1 litro

Procedimento:

  1. Miscelate in una ciotola le due farine, unite il lievito e lo zucchero.
  2. In una brocca sciogliete il sale nell’acqua tiepida, unite il latte e l’olio.
  3. Versate i liquidi nella ciotola e cominciate a impastare fino ad avere un impasto compatto che si dovrà staccare dalle pareti.
  4. Capovolgete l’impasto ottenuto su un piano lavoro infarinato, appiattitelo e procedete con le pieghe.
    – le pieghe si realizzano tirando l’impasto e ripiegandolo al centro, partendo prima dall’alto, poi dal basso, quindi ripetete l’operazione a destra e sinistra.
  5. Riponete l’impasto in una ciotola unta d’olio, con la chiusura pieghe verso il basso, coprite con pellicola o con un canovaccio umido e lasciate lievitare per minino 2 ore. Trascorso il tempo di lievitazione, suddividete l’impasto in palline (io le faccio da 90 g l’una), incordate ogni pallina e lasciatela lievitare per 1 ora.
  6. Nel frattempo preparate il ripieno mescolando in una ciotola la passata di pomodoro con la mozzarella, il sale e l’origano.
  7. Quindi riprendete le palline, stendetele sul piano infarinato dandogli una forma circolare, posizionale al centro un cucchiaio abbondante di ripieno, richiudete a mezzaluna stando attenti a sigillare bene i bordi e cuocete i panzerotti in abbondante olio bollente.
  • Se usate la pasta per fritti Stuffer vi basterà copparla con la misura di cerchi desiderata (io di solito li faccio piccoli e uso il coppapasta con diametro 14 cm.), farcirli, chiuderli a mezzaluna, sigillare i bordi e friggerli in abbondante olio di semi

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.