Maison Lizia
Menù di stagione,  Ricette

Un menù per ogni stagione e ogni ricorrenza

Stilare un menù per ogni stagione ci aiuta a mangiare in modo sano e gustoso.

Seguire la stagionalità degli alimenti assicura una dieta varia e ben bilanciata per il nostro organismo, la natura in questo senso è perfetta: d’estate frutti come anguria e melone sono ricchi d’acqua e rinfrescanti mentre d’inverno prodotti naturali ricchi di vitamina C come le arance, i pompelmi e i mandarini sono benefici per prevenire influenze e raffreddori.

Dovremmo sempre seguire un’alimentazione stagionale per garantirci tutti i benefici che gli alimenti di origine vegetale ci offrono.

Consumare quindi frutta e verdura  stagionale significa consumarli nel periodo della loro naturale maturazione.

Ciò significa anche rispettare il tempo fisiologico dell’organismo, in quanto assumere un alimento di alto valore nutritivo permette di diversificare nel corso delle stagioni l’apporto di vitamine e di minerali utili al nostro corpo.

Seguendo questo principio prende il via oggi il corso dal titolo:

Un menù per ogni stagione e per ogni ricorrenza.

Partendo dalla giusta spesa, stagione per stagione e seguendo le varie ricorrenze realizzeremo dei menù ad hoc non solo buoni e di stagione ma anche belli. Infatti, nel corso delle lezioni sarà data molta importanza all’impiattamento.

Buon corso a tutti e… appuntamento in aula per il primo menù della stagione:

Menù d’autunno

Un menu delicato e gustoso con un i bicchierini di pane accompagnati da un calice di prosecco per dare il benvenuto agli ospiti e con i protagonisti del mese di ottobre: la zucca e i funghi. Dulcis sin fundo una crostata che si crede  una sacher.

Bicchierini di pane con cremoso al formaggio e salame

Facili da preparare sono perfetti come entrè in una cena o da servire ad un buffet. 
menù 1

Ingredienti:

1 filoncino di pane tipo baguette, 100 g di robiola, 100 g di ricotta, 100 g di mascarpone, sale, pepe, olio evo, 8 fette di salame

Prendere le baguette e tagliarle a tocchetti di 5 cm.
Con l’aiuto di un coltellino svuotare i tocchetti dalla mollica facendo attenzione a non rompere i bordi. Adagiare i tocchetti su un vassoio e preparare il cremoso frullando insieme la robiola, la ricotta, il mascarpone. Gustare di sale e pepe e mettere il cremoso in un sac à poche, farcire i tocchetti di pane e decorare con le fette di salame.

Risotto con zucca e pancetta croccante

Un risotto che sposa diversi sapori: il dolce della zucca in due consistenze, l’aromatico del caffè, la speziatura data dalla pancetta
croccante.
menù 2

Ingredienti:
400 g di zucca, 400 g di riso carnaroli, 80 g di burro, mezza cipolla, 1 lt di acqua, 100 g di pancetta a dadini, olio evo, 120 g di parmigiano grattugiato, rosmarino, polvere di caffè, sale

In una padella con 2 cucchiai di olio e uno di acqua stufare la cipolla, aggiungere 300 g di zucca tagliata a tocchetti di 2 cm. e cuocere per 12/15 minuti.

Ne frattempo che la zucca cuocia, in una padella mettere un filo d’olio, aghi di rosmarino, pancetta e il restante della zucca tagliata a dadini di 1 cm. Far rosolare e mettere da parte.

Quando la zucca risulterà cotta, frullarla e metterla da parte. Nella stessa padella mettere 2 cucchiai di olio, scaldare e unire il riso, farlo tostare fino a fare attrito col fondo del tegame. Aggiungere la purea di zucca, mescolare e far insaporire per 3 minuti, quindi aggiungere acqua calda continuando a rimestare fino a cottura. Quando cotto mettere il riso nella risottiera, cospargere di parmigiano e tocchetti di burro, coprire con un cannovaccio e lasciar riposare qualche minuto. Trascorso il tempo di mantecatura, mescolare e servire con la cubetti di pancetta e zucca croccante. Completare con una spolverata di caffè.

Insalata in vasocottura

Un’idea diversa per servire un classico della stagione: patate e funghi.
menù 3

Con l’aiuto del nuovo modello Bimby TM6  ci vogliono solo 20 minuti per preparare 4 vasetti con patate e funghi, portando in tavola non solo tutti i sapori ma tutti i nutrienti dei funghi.

Ingredienti:

1 spicchio d’aglio, 60 ml di olio evo, 3 patate, 20 g di olive taggiasche, 300 g di funghi porcini (anche congelati) sale, pepe, 60 g di pancetta

Aromatizzare l’olio con l’aglio e mettere da parte eliminando lo spicchio d’aglio.

Pelare e tagliare le patate a dadini di 1,5 cm. cuocerle a vapore per 15 minuti e metterle alla base dei vasetti, aggiungere qualche olive taggiasca in ciascun vasetto, completare mettendo i funghi e la pancetta a dadini. Distribuire l’olio aromatizzato nei 4 vasetti, salare, pepare e chiudere i vasetti.

Mettere 1 lt di acqua nel boccale, adagiare i vasetti nel Varoma e cuocere seguendo le indicazioni.

Crostata Sacher

Per quanto in una cena o in un pranzo sono da evitare le crostate  o le torte da credenza, è tuttavia possibile servirle già porzionate e impiattate, magari accompagnate da crema inglese, panna montata o gelato. In questo caso basterà solo decorare il piatto con del cioccolato perché la crostata sacher è cosi cremosa che una sua fetta può essere considerata un dolce al cucchiaio.

Ingredienti:
300 g di farina 00, 150 g di burro, 100 g di zucchero, 1 uovo, buccia grattugiata di un limone, 2 g di sale, 8 cucchiai di confettura di marmellata. 200 g di cioccolato fondente, 200 g di panna, 1 uovo

Preparare la pasta frolla sabbiando la farina con il burro, quando avremo ottenuto delle briciole unire lo zuhhero, miscelare e completare l’impasto con l’uovo. Lavorare la frolla velocemente per ottenere un impasto omogeneo, stendere su un piano infarinato, aiutandosi con il matterello rivestire una tortiera rettangolare precedentemente imburrata. Per evitare l’effetto mongolfiera bucherellare la base della frolla con i rebbi di una forchetta, rivestire con la marmellata e infornare per 15 minuti a 180°C. Nel frattempo preparare la salsa facendo sciogliere il cioccolato nella panna, emulsionare, unire l’uovo e mettere da parte. Trascorso il primo tempo di cottura sfornare la crostata, lasciare intiepidire, ricoprire con la salsa al cioccolato e infornare nuovamente a 160°C per altri 10 minuti.
La crostata è ottima gustata ben fredda.

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *